Alfredo, alias ALFREDDO
Conosciuto per i trascorsi da atleta e campione di canottaggio delle fiamme gialle, lo si riscopre campione di canottiera estiva, di barbecue e di castagnate. E’ talmente appassionato dell’arte del giardinaggio che monta motoseghe e tagliaerba su tutti i suoi modelli. Eccellente pilota ed innamorato del modello maxi Stits Play Boy, ci lascia sospettare che l’avventura con le modelle sia terminata da tempo o …………mai iniziata.!! Straordinario duettatore con zi’ Mario, allieta le nostre giornate tra battute e sfottò continui. Prima o poi riusciremo a scoprire che modello segretissimo sta’ costruendo in silenzio. Il popolo dice che preso da crisi aeromodellistica mistica, stia costruendo un’ARCA di Noè per raggiungere il campo in barba ai divieti del Presidentissimo durante la prossima alluvione.
Antonio, alias..................
Biagio, alias "PICCA"
Neo introdotto nella confraternita Icariota, si è subito dimostrato pilastro portante del Glorioso Sodalizio. Considerato il biglietto da visita del Gruppo Icaro, il "Biagione Nazionale" si presenta al campo sempre con materiale avionico moooolto interessante. Convinto cultore dei motori Quattro tempi ed eliche tripala in tutte le salse, considera miscredenti ed eretici tutti gli utilizzatori di motori a due tempi con elica bipala (definiti seghetti), o peggio ancora motori elettrici (ventilatori). Fortunati per non essere nati durante la "Santa Inquisizione"; li avrebbe tutti condannati al rogo per essere possessori ed utilizzatori di oggetti blasfemi. I maligni insinuano che abbia fatto un patto con il diavolo per rendere il suo giubbotto, modello "Francesco Baracca", immune e refrattario agli schizzi di miscela e KL200. copyright ® “Al Freddo”
Claudio, alias VOLTaren1
Novità ad Icaro. Un giovane ed affiatato duetto ha da poco confraternizzato con le folte e variegate file icariote. Allergici a qualsiasi propulsione schioppettante, anafilatticamente avversi alla polvere di balsa, Claudio & Roberto si sono riivelati depronisti/EPPisti/cassettisti di pesce. Ormai presenza fissa nei w.e. icariensi, sono pronti a sfidare gli anatemi e la santa inquisizione di Picca, per la loro profonda religiosità voltiana e devoti alle scariche elettriche in corrente continua. Ma ciò non intimididendoli ha fatto loro guadagnare il soprannome di........!
Daniele, alias "CALIMERO"
Danilo, alias...........
Davide, alias " BIT"
IN ALLESTIMENTO (VENGO A VOLARE MA NON TROPPO.......!!!!!!
Davide, alias " COMMERCICCIO"
Proveniente da imprecisata era geologica, e' un altro elemento della confraternita icariota, dai pollici d'oro, che ha visto molte glaciazioni. Grande sperimentatore, ha provato il volo del cessna cardinal con radio spenta per uno scherzo da prete di un suo compagno di merende. Oggi, dopo ettolitri di miscela al 20% di ricino e cherosene passati sotto i ponti e dentro i motori, abbiamo un dato certo: qui Gatta ci cova.., anzi, gatta ci costruisce. Il vicinato afferma che di notte si odano strani sibili di turbina, provenire dal suo garage ma nessuno ha il coraggio di indagare. Tutti temono che vi possano trovare l'auto di Batman.. Fonti certe riferiscono che abbia stretto amicizia con la spia venuta dal freddo e che insieme stiano preparando un piano per attaccare i quattro dell'oca selvaggia.... e, viste le loro silouette, la cucineranno all'arancia..! (...pero' volo solo quando non mi vede nessuno)
Davide, alias "IL DRONISTA"
Ultimo arruolato, ha portato una ventata tecnologica sui prati icarioti, facendo storcere i nasi ai cultori della balsa. Si presenta con attrezzature prese in prestito dagli "Actor Studios" di Hollywood montate sul bacaroz... volante,…… pardon dell'esacottero o in vulgaris "Drone". Inattaccabile nella sua attività di Dronista (ricercatissimo da Maria de Filippi), i decani del gruppo gli affideranno, come prima missione, il sorvolo e rilievi fotografici dell'area 51. Martins è seriamente preoccupato....
Fabrizio, alias "BLACK STAIN"
"Le dimensioni non contano" lo affermano i piloti di schiumini, deproncini, EPP, insomma di "cassette di pesce di paranza" con una metrata di ala. Per Fabrizio cosi’ non e’ !!! Se l’aeromodellismo non è "hard", non orgasma i pollici. Così si è presentata la nuova recluta, tutt'altro di primo pelo (nerissimo). Con una cassetta per gli attrezzi da far rattristare il più fornito "bricofer", parcheggia sul prato icariense modelloni dai 2.5mt in su, esagerando poi con un canadair auto costruito. I pettegoli del campo mormorano che sia intenzionato a consociarsi con la Aviocardon & son, per poter anch’egli albergare nel bunker Martins e rubare i segreti dell'area 51.
Felice, alias "PRESIDENTISSIMO"
Detto il Presidentissimo Briatore e grande dispensatore di sorrisi ed allegria. Non perde mai l’occasione per sostenere eventi sociali che rendano coeso il gruppo. Sulle sue mistiche capacità volative si nutre qualche legittima perplessità e si teme che possano essere ricondotte nella nota stilistica del “pescatore e del cacciatore”………..sfoggia comunque modelli invidiabili che, senza la presenza del pilota di famiglia, restano in mostra statica.. Le sue performances volative sono comunque godibili dagli spettatori con cadenza settennale, quindi un vero “Presidente”… Ormai i suoi pezzi forti sono il CNC…., la ruspa…..e……..
Flavio, alias "GIANBURRASCA"
Istrionico aeromodellista e fine riproduzionista, dispensa consigli ed aiuti a tutti gli icarioti, anziani e neofiti.. Si narra che la sua saggezza aeromodellistica provenga da manuali reperiti dalle rovine della carcassa di un UFO precipitato nell’agro pontino. I suoi modelli, infatti, volano col pensiero e con lo stesso strumento guida i neofiti nell’apprendimento. Tra i vicoli di Icaro si sente dire che presenterà al campionato mondiale F4C un inedito modello dei fratelli Wright.
Francesco, alias "FRATELLO D'ACQUA"
Uomo generoso e di grandi qualità umane da aspirante pilota rc ed estimatore delle riproduzioni della IIWW, e’ ormai solo il motorista ed il montatore di famiglia. Il suo apprendimento nel volo in effetti e’ stato straordinariamente rapido per il numero di lezioni che ha ricevuto (4 in 12 anni). Le sue acrobazie al doppio comando sono infatti irripetibili e da cardiopalma, fatto che suggella le sue inimitabili ed uniche(di lui proprio se stesso medesimo) capacità volative. Anche le sue vocazioni “Geppettiane” sono poi sfumate sulle ali di un ME109 che forse vedra’ i cieli di Icaro nel 2022 con il suo famosissimo motore a pistone rotante. Di recente ha assunto anche il ruolo di concorrente di “Zi Mario” nell’arte del benessere, barando brutalmente e viziando i frequentatori del campo con prelibatezze varie tutte made in ASSUNTA restaurant.
Francesco, alias "VETTO"
Ha eletto di recente la sua residenza a Icaro in zona piazzaletto hangar.. Proveniente da uno strano posto paludoso di cui non si conosce collocazione terrena, si sente in giro che sia un pilota rc geneticamente modificato, frutto di esperimenti di laboratorio, con pollici d'oro che sono ormai prolungamenti degli sticks e capace di atterrare su una piccola zattera.. Alcune immagini reperite di contrabbando lo ritraggono in una culla di balsa con lenzuola di solartec e pannolini di carta modelspan.. Figlio d'arte e grande appassionato dei motori Yamada e Rossi, allieta le domeniche icariote con acrobazie da cardiopalma e looping da parcheggiatore domenicale di modelli.... Qualche auto ha temuto molto..., anzi moltissimo.., forse il peggio..
Fulvio, alias "ER PRESIDE"
Aeromodellista di terza generazione, un “Senior”, avvicinatosi all’aeromodellismo non in tenera età ma si è subito distinto, fin dalle prime nozioni al volo, come confermato dal suo istruttore, Flavio. Le sue caratteristiche sono il volo nello spazio indefinito senza mai curarsi degli alberi, auto e strutture varie che………per lui rimangono solo e comunque entità da sorvolare. In lui alberga perenne “Il mito del fanciullino” nella sua essenza più pura, la spensieratezza di un adolescente innamorato di tutto ciò che lo incuriosisce.
Gabriele, alias "PINGUOTTO"
Da Pingue +Otto volante = Forse sarò un vero pilota militare. Oggi alberga in un eccellente hotel Puteolano a spese del contribuente, allenandosi a recitare la parte del " combat ready"... Straordinario pilota RC, quando lasciato libero dal LEVIATANO, raggiunge il campo e da spettacolo con i modelli WWII che il povero papà manutiene. Si narra in alcuni Aeroclub pontini che appena brevettato abbia fatto looping, otto cubani, cappelli a cilindro e snap roll con un Cessna 4 posti. Tifiamo tutti per lui attendendo di vederlo nei cieli icarioti alla guida di un F35 in full AB. Sembrerebbe che abbia promesso anche un atterraggio sul campo durante uno dei futuri campionati di riproduzioni F4C per sbaragliare tutti i concorrenti..
Joachim, alias "VON KRAUTEN""
Alto Atesino D.O.P. e temerario del volo a vela. Documenti storici testimoniano che, a bordo di un aliante in epo, sia partito dalla Marmolada e planando sulle termiche della dorsale appenninica sia giunto sino ai monti Lepini, atterrando poi in un vivaio di Sabaudia. L’Adone, soccorso dalle locali pulzelle, capitolò trovando dimora.. Poliglotta e fine estimatore dei prodotti teutonici, non perde occasione per magnificare le kartofen ed i crauti.. Raffinato riproduzionista e pilota dai pollici d’oro..
Loris, alias "LORISE E LA YARISE"
Loris, dicon tutti Lorise (cit.) e lo rivediamo con la sua yarise tra le fila icariote dopo un “sabba” durato lunghissimo tempo. Modellista d'altri tempi e di raffinata esperienza volativa, si è fatto scoprire mentre ingaggiava collaboratrici domestiche per spolverare le polveri ed i depositi neozoici, formatisi durante le ultime tre ere geologiche, sui suoi modelli. Un paleo archeologo pare sia interessato ai suoi reperti per esporli in un museo pontino. La sua rinnovata ed intensissima partecipazione fanno di Lorise un assiduo frequentatore e validissimo aiuto per la logistica culinania e conviviale. Profondo studioso ed estimatore degli ammazza-caffè, coinvolge e tiene lezioni agli amici e soci, sull’arte e sui piaceri pomeridiani.
Luca
Luca, solitario pilota RC, è famoso nell’ambiente per la varietà dei modelli pilotati. Al campo, nelle giornate ed orari più improbabili, e fuori da occhi indiscreti, forse al fine di scongiurare “uocchie , maluocchie e peperoncini” ed eventuali assegnazioni di "aerotapiri", si presenta sempre con modelli di grandissimo pregio . I componenti del sodalizio lo attendono con ansia al campo per offrirgli anche il pilotaggio di qualche peg-perego, carriola, ruspa, motoscafo e.........; si sospetta che questa figura di pilota ultraterreno sia ormai solo un mito che si tramanda tra gli abitanti di Icaro.
Luca, alias "LU CUB"
Componente del Gotha Icariota e vicepresidentissimo. Si hanno poche notizie sui suoi trascorsi da modellista, ma dell’era Iannacica subito dopo il neozoico si studiano ancora i proverbiali contributi culinari/logistici durante manifestazioni e raduni “luculliani” del gruppo. Di lui si legge che sia un appassionato di aerei ad ala-alta e di piper cub proposti in tutte le salse. Da buon astemio è allergico al metanolo, usando solo motori a benza inclusi i mezzi di locomozione della pargoletta ”passeggino”. Fonti intelligence riferiscono di attività costruttive aeronautiche non autorizzate per rendere volabile la sua fiat 500 vintage motorizzata con radiale Shvetsov ASh-82. Mastro tornitore di precisione, è punto di riferimento di tutti i soci bisognosi di coccole ...pardon, boccole.
Luigi, alias "GINETT"
Nel suo genoma sono individuabili tracce cromosomiche Geppettiane e nelle lunghe serate d’inverno e’ possibile incontrare qualche esemplare di “Ginus Modellicus” aggirarsi nei garage ad alta presenza di segatura di balsa, odori di bicomponente e vinavil, di cui voracemente si nutre… Ha un ciclo gestazionale non molto breve, partorendo modelli ogni 5/6 anni. Famosissimo il suo Foche wulf 190, in riparazione da soli 4 anni, e le nuovissime e modernissime scatole di montaggio acquistate nel recente 1965 E’ comunque un modellista vecchio stampo e capace di costruire riproduzioni F4C da visibilio.
Mario, alias "ZI MARIO"
Si dice sia parente di “mastro geppetto” ed ebanista che applica la sua arte sugli aeromodelli. Ultra ricercato per le leggerissime ristrutturazioni degli aeromodelli con massello di mogano e noce nazionale, dopo le quali al massimo possono essere “gate guardians”. Quando non al supermercato, a rassettare casa o bollire le verdure, espleta le funzioni di addetto alla Moka come barista del gruppo. Il terrore di fumarsi addosso lo costringe spessissimo a passare il radiocomando, dopo qualche minuto di volo, al primo di passaggio per espletare le sue funzioni fumologiche. Si dice tra i vicoli di Icaro che sia specialista nell’acquisto dell’usato, sfiancando il venditore fino al punto di ottenere il modello ed anche qualche decina di euro.
Martino, in arte "MARTINS"
Martino, per gli icarioti “Martins”: presenza storica "icariense", si distingue per i particolari tecnologici applicati ai suoi modelli, fatto che fa sospettare un rapporto di connivenza con le presenze aliene che ogni tanto visitano il campo. Ha un cantiere aeronautico rc ove sono perennemente in progettazione e costruzione prototipi volanti; è in sintesi l'area 51 del Nevada trasposta all’Icaro. Agenti segreti del kgb si sono iscritti al gruppo per scoprire il motivo per il quale dai bunker interrati, oltre a modelli futuristici e dalle tecnologie aliene, entra ed esce solo il figliolo con un drone o con schiumino ...Parrebbe stia progettando una navicella per salvare tutti gli icarioti dalla fine del mondo https://youtu.be/8dgvEnSWLpg
Matteo
Purtroppo soggetto agli influssi astrali del papa’, il giovane Matteo non poteva certo fare di meglio!!!!…..All’icaro spesso lo si vede aggirarsi con circospezione, maneggiando strani bacherozzi volanti, emittenti versi irripetibili, dotati di un occhio solo e che disegnano strani simboli in cielo ………”bah”…………… che siano la versione moderna di Polifemo? Che stia comunicando con chissà quale lontana galassia? Non c’e’ da fidarsi di coloro che sono entrati in contatto con gli alieni e ne hanno acquisito i segreti… Le sue doti di volo sono infatti ai limiti delle capacità umane.
Mauri, alias "il FANTASMA"
IN ALLESTIMENTO ( cercasi disperatamente; ove intercettato si invii mail al gruppo che e' moooolto preoccupato)
Paolo, alias "DR FLEMING"
Nuova recluta del contingente icariense, si è affacciato all'arte aeromodellistica solo in "tenera" età. Paolo, nonostante sia apostrofato come new entry, si è subito inserito a pieno nelle attività di castafly, salsifly, pannocchiafly e porkfly organizzate ciclicamente con l'avvento dei nuovi e motivati affiliati. Discente desideroso di tagliare il cordone ombelicale con l'istruttore di volo, ha già programmato di cambiare la sua auto bi-posto, in modo da permettergli il trasporto di maximodelli con apertura alare superiore al ………….?Speriamo non appartenga anch’egli alla fattispecie del cacciatore e del pescatore.
Paolo, alias "PAOLIGNO"
Grande incarnatore e GURU del sistema glider; proseliti glideristi si accodano, ancor oggi, alla sua porta. L'esperienza trentennale lo porta ad essere un nobil modellista...Grande costruttore ma soprattutto grande collaudatore e Centauro!!Le pettegole e le lavandaie del borgo icariota dicono in giro che stia costruendo una un’arca di Noe dell'aliantista "Alpino" che userà per salvare la razza ormai in estinzione nelle pianure pontine, traghettandola sul monte Terminillo durante la futura alluvione di nitrometano.
Pierluigi, alias " AEROPRETE"
Aristocratico pilota e modellista d’altri tempi e persona che merita di essere conosciuta, somiglia a personaggi dei libri di storia. I suoi meravigliosi modelli, sfoggiati prevalentemente in maniera verbale, ogni tanto fanno comparsa e si fanno ammirare per le tecniche adottate nella costruzione e rifinitura. L’artrite galoppante ai pollici gli impedisce di portarli in volo frequentemente, pur tuttavia ha promesso che darà dimostrazioni di abilità volative usando gli alluci. Puntuale amministratore delle risorse del gruppo, è sempre pronto a sostenere ogni iniziativa che aiuti la coesione dei piloti.. Affascinanti le storie dei suoi giovanissimi aeromodelli ancora negli scatoli rigorosamente protetti da 3 cm di polvere.
Proud Arm Family-Silvio,Cristiano, Cristian
Secondo i narratori e studiosi delle vicende icariote, trattasi di vera e propria organizzazione finalizzata alla pratica ed alla divulgazione dell’aeromodellismo R.C.. A capo della facinorosa combriccola risulta esserci il capostipite della famiglia “il Silvius famelicus” considerato il guru dei motori a benza, alla sua destra ….”siede” sempre l’inossidabile figlio Cristiano, anch’egli purtroppo destinato al ruolo di scudiero del vero pilota della family, il promettente e impavido little Cris sarà futuro dell’acrobazia freestyle mondiale…….inutile chiedersi che forma abbia il suo DNA
Roberto, alias "COMPARE"
Il Robertone, grandissimo estimatore e professionista nella lavorazione di ogni essenza lignea, esprime il suo massimo potenziale durante le serate conviviali e durante i pranzi sociali. Abilissimo volatore degli attrezzi da barbecue da' spettacolo facendo volare costolette di maiale e pirolettando salsicce e castagne.. Tra i vicoli di Icaro ogni tanto compare una fumata che ai superficiali osservatori potrebbe apparire un eccesso di olio nella miscela dei modelli ma appena a tiro di olfatto si comprende che il gran maestro di brace e' all'opera... Bravissimo " Compare" a te e' affidata la cura ed il benessere degli Icarioti..
Roberto, alias "DA DA DA"
Il Robertone, proveniente anche egli da un “famosissimo quanto ignoto” vivaio aeromodellistico e’ un gran giovialone che si perita in discussioni culturali di altissimo profilo, spesso anche in inglese, narrando delle sue epiche vicende amatoriali. Dicono i narratori che quando ancora volava fosse un asso ed ancor piu’ bravo nel realizzare da disegno splendide riproduzioni. Peccato che si sia accorto troppo presto che il volo non faceva più per lui. Da quel momento è divenuto lo sponsor del figlio, dedicandosi esclusivamente al finanziamento, costruzione e manutenzione di aeromodelli a turbina…..ormai pilota solo “la penna” nel firmare assegni e paghero’.
Roberto, alias ( tra un po' ve lo diremo)
IN ALLESTIMENTO
Roberto2, alias VOLTAren2
Novità ad Icaro. Un giovane ed affiatato duetto ha da poco confraternizzato con le folte e variegate file icariote. Allergici a qualsiasi propulsione schioppettante, anafilatticamente avversi alla polvere di balsa, Claudio & Roberto si sono riivelati depronisti/EPPisti/cassettisti di pesce. Ormai presenza fissa nei w.e. icariensi, sono pronti a sfidare gli anatemi e la santa inquisizione di Picca, per la loro profonda religiosità voltiana e devoti alle scariche elettriche in corrente continua. Ma ciò non intimididendoli ha fatto loro guadagnare il soprannome di........!
Simone, alias "Manica"
Siro, alias "SIRIO"
Personaggio silenzioso che silenziosamente si e' infiltrato nel cast degli Icarioti. L'astuto "marziano" riparato all'ombra dei blasonati modellisti, ha finto di essere un neofita bisognoso di consigli tecnici ma ................all'occorrenza ha sfoggiato tutta la sua competenza. Osservatore e sviluppatore di tecniche "aeronifere" ha, dopo un modesto periodo gestazionale sufficiente a raccogliere le idee, presentato modelli inaspettati, rischiando pero' la "pira" inquisitrice per le blasfeme motorizzazioni 2T. Estimatore del modellismo "estremo", il "Sirio" è solito lanciare il guanto di sfida a tutti gli icarioti, mandando in volo macchine utilizzate nei crash-test con il suolo e poi destinate alla discarica.
Stefano
Giovane virgulto e figlio d’arte, anch'egli proveniente dalle fila di quel “famosissimo quanto ignoto” vivaio aeromodellistico. Fortunatamente accortosi per tempo delle sue eccezionali doti di volo, ha subito deciso che in casa l’unico a chiamarsi “Pilota” doveva essere lui e non il suo babbo Roberto, questo giustappunto per tutelare il patrimonio di famiglia gia’ intaccato dagli innumerevoli abbattimenti per voli pericolosi ed incontrollati, peraltro specialità del papa’.
Stefano, alias "12 VOLT "
Altra figura preistorica dell' Icarozoico, venne ritrovato in uno stato di ibernazione da alcuni vecchi soci. Allo scongelamento, si narra, colto da frenesia volifera, si lanciò alla frenetica ricerca di un modello purtroppo ancora sotto gli effetti delle basse temperature del criosonno... Ambientatosi alle temperature post-glaciazione, con l'aiuto del compagno di merende di sempre, Mimmo fidelis, riprese così a radiopilotare, ma il risultato fu raccapricciante. Due modelli su due sono stati oggetto della famosa sfida di "Sirio" (vgs didascalia). La sua presenza, per ora, è assicurata solo ..."a chiamata", ovvero quando COMPARE )è all'opera. Si mormora nel paese icariota che negli orari più improbabili,Stefano involi oggetti strani.
Valerio, alias "VORREI MA NON TROPPO"
Dice: mi piacerebbe volare ma non troppo e possibilmente non troppo di frequente; ove possibile mi piacerebbe far volare un fucile da soft air ma non troppo alto, ma non troppo basso; Se possibile vorrei ancora un po' dormire ma nel contempo vorrei giocare, sparare, volare, mangiare e magari se resta tempo anche.............. Ecco Valerio nella sua rappresentazione da appassionato aeromodellista...l'aliante non lo soddisfa e vorrebbe pilotare un B17 da 80-90 kg
Vitino
“Il Vitino”, cosi’ chiamato con grande affetto da tutti gli Icarioti, e’ una delle più significative promesse del campo. Il piccino, parrebbe abbia stipulato un patto segreto con il comandante del centro sperimentale volo per diventare poi un pilota della NASA, facendo dispetto al papà che invece nutre una passione per le acque. Mostra gia’ straordinarie abilità pilotesche lasciando presagire l’assunzione piena del ruolo pilota rc, confinando il papone “il Vitone” al mero ruolo di meccanico.
Vito, in arte "VITONE"
Il nostro “Vitone”, marinaio nel cuore ma aeronautico nello spirito e’ alla continua ricerca dell’arca contenente i famosi testi extraterrestri gia’ letti da Flavio. Desideroso di apprendere i segreti dell’ufologia non esita a frequentare Icaro in estrema solitudine ma sappiamo che a causa di particolari influenze radio magnetiche del settimo tipo provenienti da una navicella spaziale, e’ stato costretto a sotterrare qualche modello a pala rotante. Da quel momento grazie alle palle rotanti e’ in grado fare hovering senza telecomando. Si accompagna negli ultimi tempi ad un certo “Vitino” sul quale pare abbia riposto tutte le sue speranze.
 
 
Powered by Phoca Gallery